( Chiedo scusa se parlo di Utopia… )

Gianni D’Elia: Poesia come eresia (recensione di Claudia Bellucci)

ottobre 3rd, 2007 by Gian Luigi Ago

scansione00541

Dal 27 al 30 settembre 2007 si è tenuta nell’Unione Terre dei Castelli (Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Savignano sul Panaro, Spilamberto e Vignola) in provincia di Modena la terza edizione del Poesia Festival, che ha riunito alcuni nomi tra i più noti ed amati nel campo della poesia, ma anche della musica, del teatro e del cinema.

Lo scopo di portare la poesia tra la gente, nelle strade e nelle piazze, creando un legame troppo spesso negletto tra gli autori e l’uditorio, è stato pienamente raggiunto, superando anche le aspettative del poeta Gianni D’Elia, che ha avuto l’onore di aprire i quattro giorni di letture e spettacoli.

Nel suo memorabile discorso ricorda quanto grande sia il potere che ha la poesia di rompere gli schemi di pensiero e di azione stereotipati e controllati dai poteri totalitari del nostro secolo, che vanno contro il relativismo con l’imposizione dei propri dogmi. “La poesia come eresia” è il titolo che ha scelto, perchè “che cos’è l´eresia se non il diritto di credere a quello che si sente”, ovvero il mistero che il poeta tocca e ci fa scoprire con i propri versi ?

L’intervento di apertura di Gianni D’Elia è inserito all’interno del sito:

http://www.giannidelia.altervista.org

Posted in Recensioni | No Comments »

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.