( Chiedo scusa se parlo di Utopia… )

Eventi ALTRA CULTURA, La Spezia dal 23 al 30 maggio 2009

maggio 17th, 2009 by Gian Luigi Ago

.

15

.

AltraCultura eventi
SP, 22-30 maggio 2009


“Se i giovani inglesi decidono che David Beckham precede Shakespeare e Darwin nella classifica dei tesori nazionali, se le istituzioni culturali, le librerie, le sale da concerto e i teatri stanno lottando disperatamente per sopravvivere,la colpa, molto semplicemente, è nostra. Allo stesso modo dovrebbe rientrare nei nostri compiti la ridefinizione dell’educazione culturale e dei media che potrebbe sanare quella colpa”. George Steiner.

AltraCultura come aggregazione spontanea di associazioni e di singoli si è costituita alla Spezia presso lo spazio giovanile Dialma Ruggiero a partire dal dicembre 2008 per creare una rete di collaborazione e di mutuo appoggio alle realtà artistiche non emerse, invisibili e indipendenti ma produttive e attive. Nasce come osservatorio, come luogo di scambio e di condivisione e come piattaforma critica non istituzionale rispetto alle iniziative culturali cittadine ponendosi come alternativa possibile nell’ambito della progettualità allargata e partecipata legata alla programmazione sui giovani linguaggi, sugli spazi formativi, su nuovi contenuti, tematiche e pratiche culturali per rigenerare la città.
AltraCultura eventi è nata dal desiderio di rinnovamento e di segnalare con un’invasione d’arte in città, il fabbisogno cronico di spazi, di opportunità, di progettualità comune e comunitaria. Musica, arte visiva, teatro, danza, letteratura, comics, video art, questi i territori attraversati da AltraCultura eventi dislocati in vari spazi non deputati anche all’aperto per informare dell’esistenza di una vitalità e creatività cittadina che vuole esprimersi e coinvolgere, nella convinzione che l’arte non è solo puro intrattenimento, né unicamente una questione estetica. La cultura è necessità, valore sociale e formativo, servizio pubblico. AltraCultura regala queste giornate alla città per affermare che la cultura deve essere un territorio libero, aperto, partecipato e ringrazia tutti i partecipanti e tutti gli artisti che a vario titolo rilasceranno momenti di riflessione, d’arte e di vita per la nostra città.

AltraCultura ha scelto come simbolo della propria iniziativa lo sculture ambientale giapponese ITTO KUETANI che ha generosamente messo a disposizione una delle sue opere più significative grazie al coordinamento progettuale dello scultore spezzino Alessio Manfredi. Le opere monumentali di Itto Kuetani in marmo di Carrara hanno la capacità rara di entrare in armonia con la natura, sono “porte che mettono in comunicazione spazio e materia”. Kuetani crede in un’arte “educativa” che non è distaccata dalle persone ma le interroga e le fa crescere, anche attraverso un approccio giocoso. Per l’evento AltraCultura l’opera di Itto verrà collocata in uno spazio pubblico (Piazza Mentanaa antistante il Teatro Civico) impacchettata con cartone di imballaggio: l’inizio della lunga maratona d’arte il 22 maggio ore 17 sarà sancito proprio dallo spacchettamento collettivo della scultura di KUETANI, dello svelamento del “dono” da parte di bambini che creeranno la giusta atmosfera gioiosa e curiosa a cui seguirà la scoperta dell’opera d’arte. Arte come esplorazione, viaggio, gioco.
Arte come tentativo di aprire un varco.
Lo spazio del Trianon, un vecchio teatrino anni Trenta, che per 20 anni ha ospitato al suo interno un’autorimessa, diventa poi per la prima volta luogo di un allestimento d’arte visiva (pittura, fotografia, videoinstallazioni, graphic art, comic art) curato da Francesca Valeria Sommovigo, Alessio Manfredi, Micaela Scorza. Con opere di Giacomo Verde, Jacopo Benassi, Giuseppe Palumbo, Riccardo Bucchioni, Laszlo Werner Frioni. AltraCultura che è stata tra i promotori più attivi della petizione per far intitolare una sala del Centro d’arte contemporanea della Spezia alla memoria dello straordinario artista underground spezzino Gianluca Lerici “Bad Trip”, non poteva che essere interessata a promuovere un’altra arte, che sperimenti linguaggi diversi e tematiche di impegno sociale. Valga tra tutti l’installazione interattiva proposta per AltraCultura dal teknoartista Giacomo Verde (tra i primi italiani a realizzare opere di arte interattiva e net-art e che ha doppia residenza a Lucca e alla Spezia) “Inconsapevoli Macchine Poetiche”, dedicato all’Utopia. Le vecchie utopie sociali sono morte, ma nuovi modi di “immaginare” e realizzare “mondi migliori” si stanno concretizzando “qui e ora” senza rimandare la soluzione delle ingiustizie in un lontano ed ipotetico futuro che non esiste più: perchè il futuro è adesso, non è più domani.
Altri Allestimenti: “Fotografia e Teatro” nel foyer del Teatro Civico con opere di Alessandro Corio, Aldo Venga e Davide Marcesini; una sezione AltrArte avrà luogo in Piazza Santagostino con un’estemporanea di pittura a cura di Giuseppe Gusinu, mentre in alcuni locali privati, wine bar, ristoranti dove giovani artisti allestiranno un piccolo spazio di esposizione fotografie e pitture.A cura di Mauro Manco, autore del logo di AltraCultura.

La giovane casa editrice spezzina Rebus di Veronica Pollini presenterà sabato 23 ore 18 in Piazza Santagostino, area denominata Ferita di guerra, “Dietro le quinte di una mente comune” di Manrico Gallotti e il 29 maggio ore 18 “Manuale di sopravvivenza al lutto amoroso” di Marina Mariotti con la lettura dei brani dell’attore Marco Balma.
In uno spazio nascosto e molto suggestivo della città, Vicolo interno vicino alla Piazza del Mercato sabato 23 maggio ore 19 avverrà una performance dedicata alle figure femminili nella tragedia greca mentre al Portrait Café la sera dalle 22 ci sarà il Dj Set di musica elettronica con video installazioni del collettivo di giovani artisti cagliaritani ElsewhereFactory, organizzato da Brando Benifei. AltraCultura insieme all’associazione Rokkaforte del Nord ha pensato inoltre anche a un’iniziativa benefica a favore dei paesi terremotati dell’Abruzzo presso l’Urban center curata da Simone Carozzi.

Tra gli artisti che hanno accettato di intervenire, il video maker Jacopo Bedogni “Masbedo” e lo scrittore Aldo Nove che vengono a raccontare presso il cinema Il Nuovo il 22 maggio ore 22,30 un’esperienza davvero altro culturale: “Indeependance”. Si tratta di un grande concerto multimediale da loro ideato che attraverso musiche, suoni, poesia, immagini, danza e parole, racconta, in 13 quadri, il disagio dell’uomo alle prese con il mondo contemporaneo; un viaggio che tocca i temi cruciali del Pianeta, dalla biologia all’universo, dalla pubblicità allo scorrere del tempo, ai sentimenti più profondi dell’uomo. Le immagini e le musiche di Indeepandance provengono da diverse parti d’Europa: dagli studi di registrazione della Real World di Peter Gabriel all’Islanda di Bijork e Sigur Ròs e ancora Elisa, Marlene Kuntz, Michel Houellebecq, Howie B, Mùm, Gianni Maroccolo.
Il comico Paolo Rossi ha accettato di essere presente con un’intervista realizzata appositamente per AltraCultura dal critico teatrale Oliviero Ponte di Pino sul concetto di “teatro popolare”; la realizzazione e la postproduzione è stata affidata a Tommaso Maltoni e Fabio Bertozzi, studenti del corso di Digital Video dell’Accademia di Brera-Nuova Scuola di Tecnologie per l’Arte. Altro ospite d’eccezione è Giuseppe Palumbo, disegnatore e autore di fumetti che ha lavorato per Einaudi, Feltrinelli, Mondadori, Sergio Bonelli, Frigidaire. Ha dato vita a molte avventure di Diabolik e Martin Mystère. Andrea Campanella e Cut up, casa editrice spezzina di fumetti coordina l’incontro con Giuseppe Palumbo che regala ad AltraCultura un’action painting di Comic Art all’aperto presso la Piazza Sant’Agostino il pomeriggio del 29 maggio e una mostra delle sue tavole.
Ancora, Antonella Questa regista e interprete santerenzina che dirige la compagnia LAQ produzioni, propone al cinema Il Nuovo (che aderisce al progetto AltraCultura) alle ore 21 del 22 maggio nella stessa serata dei Masbedo, “Stasera Ovulo” uno spettacolo comico e commovente per la regia di Virginia Martini su testo di Carlotta Clerici sul desiderio di maternità “over 35” e la sterilità femminile; una tematica che l’odierno stile di vita, rende più che mai attuale; la giovane ma già affermata compagnia spezzina degli Scarti vincitrice del concorso per la Giornata della Memoria 2007 indetto dalla Regione Toscana con lo spettacolo Mauss, mio padre sanguina storia, ispirato al fumetto di Spiegelmann, accende invece la miccia con la performance teatrale e musicale “La Bomba”. Per la danza Emmanuele Ricco danzatrice contemporanea e di teatro danza propone la performance creata per l’occasione con le allieve della sua scuola La Maison de la Danse “Discorsi danzanti” in Piazza Mentana quale esigenza di un nuovo dialogo tra l’arte tersicorea ed il pubblico nell’intento di far sì che essa possa lasciare dietro di sé una visione elitaria che da sempre l’accompagna a favore di un ideale di “democrazia culturale” in linea con i principi del gruppo Altracultura.


Il giorno 29 maggio Gianluigi Ago e Gian Paolo Ragnoli propongono un multi recital poetico-musicale collettivo dal titolo BASSA STAGIONE con poeti, cantautori, reduci, giovani e diversamente giovani, trovatori, utopisti di origine oscura:
Gian Paolo Ragnoli & The Syds;
Gian Luigi Ago e Mario De Simoni, Pino Nastasi e Claudia Bellucci;

Apuamater Cyber Folk;
Renzo Cozzani & Our Lady;
Fabio Ferrari & Internòs;
Mattia Ringozzi


La compagnia degli Evasi e Tony Garbini lasceranno per AltraCultura brani dei loro ultimi lavori teatrali/video teatrali.
Gli eventi percorreranno AltriLuoghi (oltre al Centro Allende, e il Teatro Civico anche il Trianon, la Piazzetta Sant’Agostino, il Cortile di Vicolo interno) e spazi pubblici (Piazza Mentana, Piazzetta del Bastione). In conclusione degli eventi al Camec il 30 maggio ci sarà un incontro istituzionale sulla politica culturale in città promosso dalla rete delle associazioni che hanno aderito ad AltraCultura (Pianificare Cultura alla Spezia: quali metodi, quali risorse?). Il neo presidente Cinzia Aloisini dialogherà con il gruppo e con la città sulla politica culturale prossima ventura. Modera l’incontro Gianluca Raja e Isabella Conte.


info: gruppo facebook La Spezia: un’altra cultura è possibile

.

Posted in Eventi, News | No Comments »

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.