( Chiedo scusa se parlo di Utopia… )

CONCERTO “BASSA STAGIONE”, Ameglia (SP) 9 agosto 2009

luglio 27th, 2009 by Gian Luigi Ago

.

locandina

.

LUNEDI’ 9 agosto 2009:

.

La formula dello spettacolo”Bassa stagione”, già presentato a fine maggio al CAMeC della Spezia, si ripropone, ad ingresso libero, per la prima festa regionale di Sinistra e Libertà.

.

I vari artisti presenteranno canzoni di diverso tipo: dalle canzoni di impegno e di lotta a quelle cantautoriali italiane e straniere, più diversi pezzi inediti. Inoltre una serie di reading letterari e poetici intervalleranno le parti musicali e lo spettacolo sarà integrato da elementi audiovisivi.

Ospiti della serata:

.

> Gian Luigi Ago (accompagnato da Claudia Bellucci, Gaudenzio Falaschi e Pino Nastasi);

> Massimo Blaco (attore di cinema e teatro e cantautore fiorentino);
> Gian Paolo Ragnoli e i Syds;

> Renzo Cozzani e Our Lady.

.
La serata, che inizierà alle ore 20,45, si svolgerà nella località “Cachi” di Ameglia (SP) nell’ambito della Festa Regionale di Sinistra e Libertà.
All’interno della Festa è presente un servizio cucina con piatti tipici.
.
INGRESSO LIBERO

.

Posted in Eventi, News | No Comments »

TRIBUTO A IVAN DELLA MEA, Fosdinovo (MS), 3 agosto 2009

luglio 27th, 2009 by Gian Luigi Ago

.

L’EVENTO E’ STATO POSTICIPATO A MARTEDI’ 4 AGOSTO, stesse modalità

.

tributo-a-ivan4

.

Lunedì 3 agosto a Fosdinovo (MS) – Museo Audiovisivo della Resistenza, ore 21.00, concerto Tributo a Ivan Della Mea,

A fine spettacolo, AltraCultura La Spezia presenta:
concerto e reading con:

.

Gian Luigi Ago (con Claudia Bellucci, Gaudenzio Falaschi, Pino Nastasi)
Gian Paolo Ragnoli
Catia Castellani
Renzo Cozzani

.

Posted in Eventi, News | No Comments »

“La banda del Brasiliano” film cult in uscita

luglio 4th, 2009 by Gian Luigi Ago

.

brasiliano-1 blaco2

.

Massimo Blaco, attore e musicista, Consigliere della nostra Associazione Culturale, sarà uno degli interpreti di un film che è già considerato un cult prima della sua uscita.

Eccolo parlare del film in una sua intervista concessa alla giornalista Elena Torre, comparsa su “Il Tirreno” del 3 luglio 2009:

.

Semafori e cartelli strada­li di mezza Toscana so­no letteralmente tappezzate da piccoli adesivi rettan­golari rossi su cui campeggia la figura stilizzata di un uo­mo con il passamontagna e una pistola.

Sotto la scritta “Il proble­ma sono quelli come te”, la firma è quella della banda del brasiliano.

Un piccolo mistero è legato all’uscita dell’ultimo film scritto, prodotto e diretto dal collettivo di John Snellin­berg. La banda del brasilia­no (girato tra Prato, Vaiano, Poggio a Caiano, Livorno e Napoli) è un film a bassissi­mo costo, nato dall’impegno volontario di una troupe di professionisti e appassionati di cinema e nato dall’impegno volontario di una troupe di professionisti e appassio­nati di cinema, uniti dalla ne­cessità di narrare il malesse­re sociale e lo scontro genera­zionale attraverso il veicolo che un tempo se ne faceva espressione naturale e diret­ta, il cinema poliziesco italiano. E di fatto è una sorta di poliziesco, con tutti gli elementi tipici della tradizione.

Un film che prende in pre­stito i modelli, il linguaggio e l’estetica di un cinema fero­ce. e dissacrante di 40 anni fa per raccontare la lotta dell’attuale generazione totalmente disillusa, che cerca il con­flitto e il corpo a corpo con i propri nemici

Nel cast Carlo Monni, Al­berto Innocenti, Luca Spanò, Gabriele Pini, Massimo Bla­co, Elisabetta Salvatori e molti altri A fine agosto la prima al Pecci di Prato.

La trama: tra le fabbriche della periferia pratese è rin­venuto il corpo senza vita di un bambino, precedentemen­te scomparso. Il giorno suc­cessivo, in un ufficio di Vaia­no, un impiegato viene rapi­to. I rapitori sono quattro ra­gazzi sulla trentina: il Biondo, il Mutolo ,il Randagio e il Brasiliano. Il movente del ra­pimento è in realtà decisa­mente insolito. Solo le indagi­ni dell’ispettore Brozzi po­tranno far luce sul caso.

Tra i protagonisti Massi­mo Blaco, entrato in modo in­solito nel cast.

«Su Myspace mi è arrivata la richiesta di amicizia da Jo­hn Snellimberg,- racconta – ho accettato e curiosando nella sua pagina ho visto che stava pubblicizzando il suo ultimo film “A Bonatti Sto­ry”, casualmente ho avuto modo di vederlo e contemporaneamente ho saputo del casting del nuovo progetto, a cui ho risposto subito. Dopo un giro di mail, telefonate, arrivo del copione, mi sono ritrovato sul set per le prime riprese nei panni dell’ispetto­re Biagini (oops) Giannini!. La cosa bella oltretutto, è la scelta del regista di allunga­re la parte di Giannini a film già iniziato, e di rendere il mio personaggio non più di contorno alla storia ma pro­tagonista».

La lavorazione del film è costellata da tanti divertenti aneddoti

«Uno, – dice l’attore -, ri­guarda la scena del ritrovamento del cadavere del bam­bino. La macchina da presa posta su un dolly era nasco­sta alla strada che passava vicino al set, alla periferia di Prato; le auto si fermavano, e un capannello di gente guardava inorridita gli agen­ti del Ris che fumavano e chiacchieravano intorno al lenzuolo del bimbo, prenden­do anche a pedate la palla che fungeva da testa. Prima che prendesse una brutta pie­ga il regista è andato a spie­gare che si trattava di un film».

Un’altra curiosità è nella scena di un interrogatorio, tipo “Soliti sospetti”.

«Ci siamo visti arrivare – racconta Blaco – alcuni brutti ceffi sul set sbucati dal nulla, muniti di bottiglie di birra; pensavamo, dalle facce che avevano, che avrebbe­ro spaccato tutto e la tensione era alta poi abbiamo capito che erano le comparse per la scena.

Per il resto la presenza del Monni sul set é di per sé un aneddoto».

Blaco approda al cinema dal teatro e dalla musica: «Il teatro per me è un mondo infinito di personaggi da inter­pretare nei modi più diversi. Teatro è, impegno, sudore, soddisfazione. A cantare in­vece ho cominciato a 12 anni in una piccola band e ancora non sono stanco. Mi piace cantare nelle piazze o nelle osterie. La musica è parte fondamentale del mio essere, non potrei passare un giorno senza mettere le dita sulla chitarra e tirare fuori qualche buona melodia. E poi – ­conclude l’attore – c’è Ga­ber, una passione: lo conobbi nel 1993, una vera fonte di ispirazione e di vita. Prima di mettermi a suonare le sue canzoni sono dovuti passare 10 anni, tanto è il rispetto che gli porto. Poi è nato il mio piccolo tributo “lo se fossi.. Gaber!”, Con mia grande sod­disfazione»

­

.

­

­


Posted in News | No Comments »

FESTIVAL GABER, Viareggio 24, 25 luglio 2009

luglio 4th, 2009 by Gian Luigi Ago
.
4x3_festival2009
.
24-25 luglio 2009, Viareggio – Cittadella del Carnevale

.

FESTIVAL TEATRO CANZONE GIORGIO GABER


QUINTA EDIZIONE


Ospiti per Giorgio Gaber


Lucio Dalla, Ivano Fossati, Gianna Nannini, Luca Carboni, Morgan, Sergio Cammariere, Marco Alemanno, Mercedes Martini, Enrico Bertolino, Dario Vergassola

e con

Fausto Bertinotti, Walter Veltroni,

Mario Monicelli

presenta ENZO IACCHETTI

VIAREGGIO – Cittadella del Carnevale

Venerdì 24 e Sabato 25 luglio 2009


Al via l’attesa quinta edizione del Festival Teatro Canzone Giorgio Gaber, venerdì 24 e sabato 25 luglio alle ore 20.45, nella prestigiosa cornice della Cittadella del Carnevale di Viareggio.

Presentato da Enzo Iacchetti, conduttore storico della manifestazione, il Festival di quest’anno vedrà ospiti straordinari, a ricordare il settantesimo anniversario della nascita dell’artista.

Venerdì 24 luglio, per portare il loro personale omaggio al Signor G, saliranno sul palco Lucio Dalla, Luca Carboni, Sergio Cammariere, Marco Alemanno e Enrico Bertolino.

Inoltre Fausto Bertinotti e Walter Veltroni saranno i protagonisti di un dibattito sulla figura e l’opera di Giorgio Gaber.

Sabato 25 luglio toccherà invece a Ivano Fossati, Gianna Nannini, Morgan, Mercedes Martini e Dario Vergassola.

Ospite speciale della serata sarà il grande regista Mario Monicelli; verranno proiettati degli estratti del suo film “Rossini Rossini”, in cui Gaber interpretò il ruolo di Domenico Barbaja, impresario del celebre compositore.

Oltre agli Ospiti, saliranno sul palco del Festival gli Artisti del Teatro Canzone che si confronteranno con il nuovo linguaggio teatrale inventato e perfezionato, in oltre trent’anni di attività, da Giorgio Gaber con l’amico e coautore Sandro Luporini.

Questi giovani talenti sono stati selezionati da una giuria artistica istituita nell’ambito della Fondazione Giorgio Gaber, promotrice e organizzatrice della manifestazione.

La serata di venerdì 24 vedrà l’ esibizione di Carlo Alberto Ferrara con una performance dal titolo “…sana e robusta Costituzione…”,una riflessione sulla società odierna, mentre sabato 25 toccherà ad Alessandro Mannarino, “stornellatore moderno”, interprete di diversi tipi di umanità alienata.

Il Festival conferma la sua duplice missione: promuovere il Teatro Canzone come linguaggio specifico e originale della cultura teatrale italiana e mantenere vivo ed attuale, attraverso la testimonianza di grandi nomi dello spettacolo, il valore culturale  dell’immensa opera che Gaber ci ha lasciato.

L’edizione 2009 del Festival si inserisce in una serie articolata di iniziative per il settantesimo compleanno dell’artista, fra le quali il lancio del nuovo sito e l’avvio del “Progetto Gaber” nelle scuole italiane. L’impegno costante della Fondazione prosegue attraverso le iniziative editoriali, le produzioni di spettacoli, le attività divulgative e didattiche, le manifestazioni di rilevanza nazionale.

Il prezzo del biglietto di primo settore è di euro 14,00 + 1 euro di prevendita mentre per il secondo settore euro 9,00 + 1 euro di prevendita.

I biglietti saranno disponibili presso la Biglietteria Tutto Eventi (0584.427201) sulla passeggiata in Viale Regina Margherita,1 a Viareggio e sul sito web www.puccinifestival.it

Il Festival è organizzato dalla Fondazione Giorgio Gaber e sostenuto dal Comune di Viareggio, dalla Provincia di Lucca, dalla Regione Toscana, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, dalla Fondazione Carnevale e con il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Comune di Forte dei Marmi, del Comune di Pietrasanta e del Comune di Camaiore.

Le informazioni sullo svolgimento del Festival e i relativi aggiornamenti saranno reperibili sul sito ufficiale della FONDAZIONE GIORGIO GABER, www.giorgiogaber.it

.

Posted in News | 1 Comment »